nord

TURISMO E CULTURA IN ITALIA

CREMONA: CITTA'  D'ARTE

Cremona,  nel bel mezzo della pianura padana, è centro di una certa importanza già dal 218 avanti Cristo quando divenne un'importante colonia romana. Dopo il periodo del mondo antico, la città fu poi bizantina, longobarda e comune libero; infine divenne  dominio dei Visconti e condivise la storia di Milano praticamente fino all'unità d'Italia. 

La piazza del Comune è il luogo dove si raccolgono praticamente le cose più importanti di Cremona: la Cattedrale, il Torrazzo, il Battistero, il palazzo del Comune e la loggia dei Militi.

L'edificazione della cattedrale ebbe inizio nel 1107 e vi lavorarono diversi artisti. All'interno sono notevoli le pitture del Pordenone e di Boccaccio Boccacino, ma vanno segnalate anche i dipinti di Francesco Bembo, Bernardino Gatti, Gerolamo Romanino ed altri.  Il Battistero fu costruito invece intorno al 1167 in forme non lontane da quelle di Parma e Firenze.


 
facciata Cattedrale, foto ap


Cattedrale particolare della facciata, foto ap 06


il Redentore di Boccaccio Boccaccino nel duomo (nello stesso luogo tale artista 
dipinse i riquadri Gesù fra i dottori e l'Annunciazione


parziale del Golgota del Pordenone(Giovanni Antonio de' Sacchis)(foto da wiki)
dello stesso artista sempre nel duomo l'affresco Crocifissione



Battistero di Cremona, foto a.p. 2006

Nella bella città meritano altresì attenzione la chiesa di S.Andrea, Palazzo Stanga, la chiesa di Sant'Agata, la chiesa di Sant'Omobono  ed altri numerosi monumenti dove spesso si trovano opere del c.d. "manierismo cremonese" . Nel XVI fu comunque abbastanza attivo il pittore cremonese Giulio Campi.


particolare di affresco del Boccaccino nella chiesa di Sant'Agata

 

Di rilievo particolare sono le tradizioni musicali ( Marcantonio Ingegneri, Claudio Monteverdi, Amilcare Ponchielli, la cantante Mina ecc.) ed il grande artigianato dei liutai.

A memoria dei grandi artigiani del passato (Amati, Stradivari, Guarneri ecc.)  il Comune ha dedicato una delle sue sale ad una mostra permanente intitolata "gli archi del Palazzo Comunale".  In Palazzo Affaitati  è aperto al pubblico il Museo Stradivario (praticamente fondato nel 1893).

Infine è interessante il museo civico "Ala Ponzone" dove sono anche esposti diversi quadri e fra questi una Madonna in Trono di Bonifacio Bembo e l'Ortolano di Giuseppe Arcimboldi.


l'Ortolano di Arcimboldo (foto wikipedia)


cortile palazzo Trecchi

 

home