home

grandi scultori a Bologna

Giambologna

Alfonso Lombardi

Niccolò dell'Arca

note

 

Giambologna: fontana del Nettuno


il Nettuno, foto alpav 2010

foto ingrandibili

La nota fontana con il Nettuno è opera del Giambologna ovvero dell'artista fiammingo Jehan Boulogne (nato a Douai nel 1529 e morto a Firenze nel 1608). Lo scultore si formò nelle Fiandre ma poi ebbe modo di conoscere l'arte italiana e Michelangelo. Fra le sue opere principali, oltre al Nettuno di Bologna, anche alcune statue per le ville medicee ed i giardini dei Boboli.  E sempre a Firenze anche il Ratto delle Sabine, Firenze vittoriosa su Pisa ecc.   

Pregiate sculture del Giambologna si trovano poi a Pratolino, Pisa, Lucca ecc. Un'importante opera dell'artista (Sansone che atterra il Filisteo) è andata invece perduta.

Con la statua Il Mercurio, lo scultore fiammingo tentò di vincere il peso della materia e di creare anche la sensazione del volo nell'aria.

 

Alfonso Lombardi: le terrecotte


foto di sopra ed appena sotto: compianto nella Cattedrale di S.Pietro, Bologna, foto Luciano B. 2010

altro particolare




compianto nell'oratorio di Santa Maria della Vita, foto Luciano B. 2010

Alfonso Lombardi (nato a Ferrara nel 1497 e morto a Bologna nel 1537) iniziò appena ventenne la sua attività di scultore a Bologna. Sue opere più note nel capoluogo emiliano sono: la statua Ercole ed Idra in Palazzo d'Accursio, la statua dei Quattro Santi Protettori, il gruppo di 14 pezzi (Transito della Vergine) nell'Oratorio di Santa Maria della Vita, il bel compianto nella chiesa di San Pietro, un bassorilievo inserito nell'Arca della chiesa di San Domenico ecc. 

 

Niccolò dell'Arca


compianto in Santa Maria della Vita, foto Biopresto-wikimedia

 


Niccolò, Madonna di Piazza, facciata palazzo D'Accursio, foto Luciano B

Niccolò proveniva dalla Puglia dove era nato intorno al 1435 e sostanzialmente si fermò a Bologna (dove era arrivato intorno al 1460) fino alla sua morte nel 1494. Le sue opere principali sono: il Compianto sul Cristo morto realizzato per la chiesa di Santa Maria della Vita, la parte superiore dell'Arca di San Domenico, la statua della Madonna sulla facciata di Palazzo d'Accursio.

approfondimento
 


 

 note su altre presenze


Arca di San Domenico, foto Luciano B. 2010
a questa bellissima opera in tempi diversi lavorarono
diversi artisti inclusi Nicola Pisano ed il giovane Michelangelo
a Niccolò è dovuta la parte superiore


sopra: due delle tre opere di Michelangelo nell'Arca

Diversi altri artisti lavorarono a Bologna. Oltre a quelli impegnati nell'Arca di San Domenico (Nicola Pisano, il giovanissimo Michelangelo ecc) va ricordata l'attività dell'Accademia degli Incamminati (già Accademia dei Desiderosi) voluta dai fratelli Carracci. Impegno che interessò anche alcuni scultori.

info, La Tana direzione Mar Nero

Fra gli altri scultori che furono presenti a Bologna possono essere poi citati: Alessandro Algardi (nato nella città felsinea nel 1595 ) autore di una statua in San Paolo Maggiore, Vincenzo Onofri autore alla fine del XV secolo di un compianto in S.Petronio ed infine Jacopo della Quercia che dal 1425 in poi lavorò alla Porta Magna di San Petronio suscitando anche l'interesse di Michelangelo. Lo stesso Jacopo curò anche il monumento funebre di Anton Galeazzo Bentivoglio nella chiesa di San Giacomo Maggiore.

sculture della Porta Magna di San Petronio (dettagli)


Jacopo della Porta nella basilica di San Giacomo Maggiore -foto Sailko(wiki)

°°°

Diverse interessanti sculture (inclusi alcuni modelli del Giambologna) sono custodite presso i Musei Civici di Arte Antica di Bologna


Artista di un certo rilievo fu infine il bolognese Alessandro Menganti (1531-1594) uno dei seguaci di Michelangelo. A lui si devono- in particolare- alcune statue in bronzo dedicate a papa Gregorio XIII. Una rivalutazione su tale artista- non molto noto- è in corso dal 2002 dopo la mostra intitolata " Il Michelangelo incognito. Alessandro Menganti e la scultura a Bologna nell'età della Controriforma".


il bronzo sulla facciata del Palazzo Comunale, foto Luciano B. 2010

 


 busto dedicato sempre al papa Boncompagni, foto Cristinafil 2010

 

 

Storia dell'arte

medioevo a Bologna

Modena:marmi e terrecotte

sculture città d'arte

 

home